inhome, La redazione

La giornata mondiale delle donne nella scienza

Rubrica: Giornate mondiali/internazionali

 

La giornata mondiale delle donne nella scienza

Il caffè è una bevanda complessa che può essere analizzata da diverse prospettive. Tra questi, uno dei più affascinanti è la ricerca dal punto di vista scientifico per trovare le ragioni interiori dietro la qualità delle materie prime. Un’indagine in crescita da parte di alcuni ricercatori. In primo luogo, Carla Severini, Donna di scienza. Professore al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambiente dell’Università di Foggia, da un decennio sperimenta le tazze in 688 bar del nord e centro Italia. Qui valuta come si fa l’espresso, il vero simbolo dell’Italia.

Severini, qual è il tuo caffè?

“Per molte persone è il modo di iniziare la giornata, ma le proprietà salutari del caffè sono state studiate per oltre 30 anni. È importante pensare che ciò che ti piace fa bene anche a te”.

Puoi descrivere la tua occupazione?

“Il ‘lavoro’ di un docente universitario è speciale e affascinante. Facciamo ricerca per tutta la vita e, a differenza di chi lavora negli istituti di ricerca, non Università, mettiamo la nostra esperienza al servizio degli studenti. La ricerca è essenziale per insegnare. È attraverso la ricerca che la didattica viene costantemente aggiornata e rinnovata. Le relazioni con gli studenti sono molto importanti per me. L’umore della mia giornata spesso mi cambia, e forse comincio ad essere un po’ così.

Cosa diresti alle giovani donne che vogliono essere protagoniste nell’industria del caffè?

“Direi loro di non avere paura di pensare a se stessi come degli imprenditori. Il mondo del caffè offre ancora molte possibilità. Anche se in Italia sono già più di 700 le torrefazioni”. Il caffè può essere considerato un ingrediente di pasticceria in un modo nuovo. In quanto prodotto innovativo “funzionale”, ricco di vitamine e minerali, come stiamo cercando di fare ora nell’ambito di una tesi. Sta emergendo un nuovo modo di pensare ai prodotti e ai loro cicli di vita, tra cui il riutilizzo e la valorizzazione degli scarti, nel caso del caffè, la torta esaurita. C’è poi l’enorme problema di affrontare le capsule non riciclabili. Ci sono ancora tante soluzioni da trovare e altrettante opportunità di lavoro per i giovani.

” Pensi che sia più difficile affermarti come donna nel tuo ambiente professionale?

“Senza alcun dubbio. Quando ho cominciato la mia carriera non credevo affatto che essere donna mi avrebbe ostacolato, anche se ho dovuto subito affrontare le eccessive “attenzioni” di qualcuno. Pensavo fossero tutte esagerazioni. Poi, purtroppo, ho dovuto ricredermi. Una donna deve sempre dimostrare molto di più di un uomo per “meritarsi” la carriera ed è difficile essere riconosciute per la propria esperienza e competenza.

E’ emblematico il fatto che nel primo approccio con il mondo esterno (imprese, media, etc.) gli uomini sono naturalmente “professori”, anche se giovani. Mentre le donne sono sempre “dottoresse”, anche se di una certa età.”

Il focus di Carla Severini sull’industria del caffè

“È molto interessante concentrarsi sull’evoluzione dell’espresso, si tratta di migliorare la qualità. Come accade nel settore del vino o dell’olio in Italia, anche nel caffè c’è un forte impulso per migliorare la qualità dell’espresso. Dal punto di vista della ricerca, devo purtroppo osservare La ricerca internazionale è ancora troppo concentrata sulla chimica e troppo poco sulla tecnologia, che può invece fornire nuove soluzioni in termini di qualità della produzione e sostenibilità ambientale. “

Fonte: comunicaffe.it

Per te solo chicchi di caffè selezionati

Per offrirti un caffè dal gusto eccezionale
Aggiungi al carrello

CAFFE’ IN GRANI 1kg – SUBLIME

12.00
Aggiungi al carrello

CAFFE’ IN GRANI 500g – SUBLIME

6.00
Aggiungi al carrello

CAFFE’ MACINATO 250g – INTENSO

3.26
Aggiungi al carrello

CAFFE’ IN GRANI 500g – INTENSO

6.00
Aggiungi al carrello

CAFFE’ MACINATO 250g – SUBLIME

3.26
Back to list